!-- Menù Orizzontale con Sottosezioni Inizio -->

News

mi piace

mercoledì 30 marzo 2016

BOOK PRIDE LA FIERA DEGLI EDITORI INDIPENDENTI, seconda edizione

(a cura di Mimma Zuffi)

1-3 APRILE 2016
BASE (ex Ansaldo)
Via Bergognone, 34 Milano


E’ in programma dall’1 al 3 aprile 2016 allo spazio BASE (ex Ansaldo) di Milano la seconda edizione di BOOK PRIDE, la fiera promossa dall’Osservatorio degli editori indipendenti (ODEI), un’occasione per dare visibilità alla produzione dell’editoria indipendente, farla conoscere ai lettori e tutelare così la bibliodiversità.








(foto Book Pride- edizione 2015)










martedì 29 marzo 2016

ORLANDO SORA E LA SUA MUSA

(a cura di Mimma Zuffi)

Tempo fa abbiamo parlato del libro scritto dalla nostra collaboratrice Giovanna Rotondo, "Omaggio a Orlando Sora". Il libro ha avuto molto successo e tanti quotidiani se ne sono occupati. Noi di sognaparole vogliamo rendere omaggio a questo grande artista e alla sua musa riportando un articolo pubblicato da "Il Giorno".
Complimenti Giovanna!




giovedì 24 marzo 2016

FRANCESCO GUCCINI, EPISODIO 1: LO SCRITTORE

a cura di De Pedro Giovanni
Francesco Guccini, nato a Modena il 14 giugno 1940, ha vissuto l'infanzia da sfollato a Pàvana, sull'Appennino Pistoiese, durante la Seconda Guerra Mondiale. Tornato a Modena si è laureato in Lettere  all'Università di Bologna. Tra i più noti cantautori italiani è molto apprezzato anche come scrittore. Nella sua carriera annovera anche alcune comparse cinematografiche.

I testi delle sue canzoni, considerati poesie, sono entrati a fare parte delle antologie di letteratura per le scuole, ma Francesco Guccini è anche un rinomato scrittore. I suoi libri, legati ai luoghi nei quali ha vissuto - Pàvana, Modena e Bologna - raccontano di tempi ormai andati come la Seconda Guerra Mondiale e di ricordi degli anziani dell'Appennino Pistoiese.

martedì 22 marzo 2016

"La scelta di Sigmund", di Carlo A. Martigli

(a cura di Mimma Zuffi)

Mondadori Editore - collana Omnibus
pagg. 298 - € 19,00

Dalla penna di uno dei più importanti autori di romanzi storici, un romanzo dal ritmo veloce e coinvolgente,  la prima indagine del dottor Sigmund Freud. 

CARLO A. MARTIGLI E' TORNATO con questo nuovo affascinante romanzo. Da non perdere! 

Roma, 1903: la quiete della dolce notte estiva è turbata da un delitto perpetrato nel luogo più inviolabile, il Vaticano. Una guardia svizzera viene trovata morta insieme a una cameriera. Il vecchio papa ha le mani legate: indagini ufficiali solleverebbero un polverone, mettendo a repentaglio la credibilità della Chiesa. Ci penserà il Padre eterno a punire il colpevole. Ma quel che Leone XIII vuole assolutamente impedire è che, dopo la sua morte, il soglio di Pietro sia occupato da una persona coinvolta nel crimine. 

domenica 20 marzo 2016

"LA PAROLA", di Kaj Munk

(a cura di Mimma Zuffi)

Iperborea - pagg. 176 - € 15,00 (x giugno)

Esce per la prima volta in Italia il testo del grande drammaturgo e giornalista danese Kaj Munk, che folgorò Carl Dreyer a Copenaghen nel 1932 e da cui fu tratto l’omonimo capolavoro Ordet – La parola, vincitore del Leone d’Oro e del Golden Globe come miglior film straniero. 

Kaj Munk, scrittore e pastore della Chiesa danese, uomo di teneri sentimenti ma di fede vigorosa nella Parola biblica, capace di essere «più forte della morte», è considerato un martire della resistenza danese e fu rapito e assassinato dagli occupanti nazisti per aver predicato una Chiesa non asservita al potere e un cristianesimo in antagonismo con le forze nemiche della libertà: «Non vi sono che due modi di servire il nemico di Dio, e non si sa quale sia il più pericoloso: uno consiste nell’essere attivi nel male, l’altro nell’essere inerti nel bene». 

"REBUS INDECIFRABILI" , di Ian Rankin

(a cura di Mimma Zuffi)

Longanesi Editore - pgg. 400 - € 18,60


«Rankin è un maestro assoluto in quello che è uno degli aspetti più importanti del romanzo poliziesco: il perfetto equilibrio tra ambientazione, intreccio, personaggi e dimensione morale.»
P.D. James

Autore di grande successo in tutti i mercati di lingua inglese, Ian Rankin è uno dei grandi nomi della letteratura gialla contemporanea: tradotto in 36 lingue, sempre ai vertici delle classifiche inglesi, è l’inventore di uno dei personaggi più amati del noir internazionale, John Rebus, la cui serie totalizza da sola il 10% delle vendite dei gialli nel Regno Unito e da cui sono state tratte quattro serie televisive.
John Rebus è un detective dalla personalità affascinante: poliziotto irascibile, testardo, solitario, dolorosamente umano. È un uomo fuori moda, ama la musica pop, spesso associando a canzoni pop degli anni ’60 i casi che si trova a risolvere. 

"PER SEMPRE CON ME", di Jennifer L. Armentrout

(a cura di Mimma Zuffi)

Editrice Nord - pagg. 343 - € 16,40

UN'INCANTEVOLE STORIA TUTTA AL FEMMINILE

 Il nuovo episodio della serie bestseller di Ti aspettavo

In cuor suo, Stephanie sa di essere un’inguaribile romantica, una di quelle ragazze che crede nel colpo di fulmine e nel potere del vero amore. Eppure ha imparato a sue spese che i sogni a occhi aperti sono solo illusioni: troppe volte si è lasciata guidare dall’istinto, per poi ritrovarsi da sola a rimettere insieme i pezzi del suo orgoglio. Perciò adesso per lei è tempo di dare la priorità al lavoro e nascondere i propri sentimenti dietro una corazza di sfrontata sicurezza. E l’ultimo uomo su cui dovrebbe posare lo sguardo è Nick, il barista più affascinante del Mona's pub…

"La voce dei sommersi - Manoscritti ritrovati di membri del Sonderkommando di Auschwitz", a cura di Carlo Saletti

(a cura di Mimma Zuffi)
Marsilio Editore - pagg. 296 - € 16,53









Persino Primo Levi era convinto che la «voce dei sommersi» non potesse più essere udita da coloro che erano venuti in questo mondo dopo Auschwitz. Non l’avevano udita e raccolta i deportati sopravvissuti, non la potevano ricostruire gli storici o i giudici. Qualcuno disse, allora, che il cuore dell’esperienza dello sterminio sarebbe stato per sempre irraggiungibile. In realtà, alcuni ebrei delle squadre speciali addette al lavoro nelle camere a gas, chiamati a spingere nei forni i cadaveri dei loro fratelli, seppero trovare la forza di scrivere dell’orrendo crimine nazista per tramandarci una parola quasi impronunciabile, una storia forse impossibile a credersi e che grazie a loro rimarrà per sempre nella memoria della comunità umana. 

venerdì 18 marzo 2016

A CENA CON BABETTE

Morellini Editore
( www.morellinieditore.it )
(Mimma Zuffi)

«Se è vero che siamo ciò che mangiamo, io voglio mangiare solo cose buone", dice Rémy, un grazioso topino che si scopre grande chef nel ristorante "Gusteau's"»
Ratatouille

«Tu sei il burro sul mio pane, e il pane della mia vita», sussurra Paul Child alla moglie per San  Valentino.
Julie & Julia

Assaggiare le pellicole più golose  che il cinema ricordi, con abbinamenti enogastronomici insoliti e curiosi, non è affatto vietato. Lorenzo Bianciardi e Giovanni Pellicci, autori di "A cena con Babette", degustano per voi i film più deliziosi del grande cinema, proponendo una sequela di esperimenti da riproporre sulla vostra tavola.

martedì 15 marzo 2016

ETTORE SCOLA


 a cura di Sandra Romanelli
 Il 21 gennaio scorso, nell'arena esterna della Casa del Cinema a Roma, è stato tributato l'estremo saluto a un grande maestro del cinema, Ettore Scola, morto il 19 gennaio. Con le sue pellicole ci ha raccontato un periodo della storia d'Italia e le vicende di alcuni personaggi italiani. I suoi film possono definirsi impegnati perché trattano  problemi e argomenti importanti, ma con toni  sempre ironici e scherzosi. 

domenica 13 marzo 2016

"La copia infedele", di Stefano Trinchero

 66thand 2nd , pagg. 202 - € 17,00
(Recensione di Francesca Altobelli)

Tutto ha inizio con un terrificante incidente che ferisce quasi mortalmente, riducendolo a uno stato di coma profondo, Gonzalo Malagutti, il calciatore argentino stella della Lungodoriana, fantomatica terza squadra torinese. L'incidente suscita sconcerto e curiosità in tutta la città, per cui il giornalista sportivo Guido Riberto si trova a doversene occupare suo malgrado, andando a sondare il terreno ignoto e detestato della cronaca nera. Queste sono le premesse da cui parte un originale e, per molti aspetti, divertente esordio letterario: "La copia infedele" di Stefano Trinchero.


giovedì 10 marzo 2016

Malesia: all’inseguimento del mito di Sandokan

Appunti sparsi di viaggio di Marina Fichera
Per chi, come me, è cresciuto negli anni ’70, Sandokan, la “tigre della Malesia”, l’affascinante pirata nato dalla fantasia di Emilio Salgari, è un vero mito.
Poiché decido le mete dei miei viaggi sempre con grande passione, questa volta, spinta da un impeto di romanticismo letterario, tornerò in Asia per visitare il paese dei pirati, dell’esotismo, delle infinite foreste e del mare turchese, così amato – e mai visitato – da Salgari. In realtà in Malesia non sanno neanche chi sia, Sandokan!

martedì 8 marzo 2016

Voltare pagina e vedere un nuovo orizzonte; “Come le donne”, di Tiziana Viganò

recensione di Rosaria Andrisani

Parlare di donne non è facile; sensibilità, decisione, forza d’animo sono le caratteristiche necessarie per riuscire a disegnare il mondo femminile e i suoi contorni, spesso indefiniti e labili, ma solo in apparenza. Perché l’essere donna è un vero e proprio impegno, nei confronti della vita e delle situazioni difficili, delle circostanze che rispecchiano una realtà in cui la certezza è qualcosa da trovare nel proprio animo.

domenica 6 marzo 2016

"BATTLEFIELD 3" di ANDY MC NAB & PETER GRIMSDALE

(a cura di Mimma Zuffi)

Longanesi Editore - pagg. 400 - € 18,60

La trasposizione narrativa di uno dei videogiochi di maggior successo degli ultimi anni

L’ex Spetsnaz Dima Majakovskj è stato il simbolo del terrore per i nemici della grande Madre Russia, ma da quando il suo Paese non esiste più, anche lui è finito nel dimenticatoio, come le forze speciali alle quali apparteneva. Ma ora c’è ancora bisogno di lui: a Teheran è comparso un individuo molto pericoloso e il Cremlino sa che l’unico in grado di combatterlo è Dima.

giovedì 3 marzo 2016

John Landis – Un regista da paura

A cura di Selene G. Rossi

Ricordato dai più come regista horror grazie a Un lupo mannaro americano a Londra (An American Werewolf in London, 1981) e al videoclip Thriller (1983), in realtà John Landis è soprattutto un regista di commedie brillanti come Animal House (1978), The Blues Brothers (1980) e Una poltrona per due (Trading Places, 1983). 




Vita privata e origini della carriera cinematografica 

Nato a Chicago nell’agosto 1950, ma trasferitosi a Los Angeles con la famiglia a soli quattro mesi, John Landis inizia la sua carriera nel mondo del cinema come portalettere per la 20th Century Fox e, successivamente, come stuntman. 
Nel 1969, poco meno che ventenne, viene baciato dalla fortuna. È infatti convocato come assistente alla regia (non accreditato) per I guerrieri (Kelly’s Heroes, 1969), girato in Yugoslavia da Brian G. Hutton. È qui che incontra Don Rickles e Donald Sutherland con i quali, in futuro, stringerà una proficua collaborazione. Inoltre, durante questi primi anni di carriera, lavora come stuntman in Europa, soprattutto in Inghilterra e Italia, sui set di svariate pellicole, come Il buono, il brutto, il cattivo (1966, Sergio Leone), I seicento di Balaklava (The Charge of the Light Brigade, 1968, Tony Richardson) e C’era una volta il West (1968, Sergio Leone).

Di ritorno negli Stati Uniti, capisce che è giunto il momento di cimentarsi alla regia e, nel 1973, dirige Slok (Schlok)- in cui veste anche i panni del protagonista - film-tributo a King Kong in cui una fanciulla cieca si innamora dello scimmione che la rapisce pensando si tratti di un cane gigante. Questa sua prima impresa registica coincide anche con la prima collaborazione di una lunga serie con Richard Baker, oggi mago incontrastato degli effetti speciali, come, per esempio in Un lupo mannaro americano a Londra.

martedì 1 marzo 2016

"SETTE MAGHI", di Halldór Laxness

(a cura di Mimma Zuffi)
Iperborea -pagg. 160 – € 16,00

Traduzione dall’islandese di Alessandro Storti

Laxness è un faro per la letteratura del ventesimo secolo, uno
scrittore di splendida originalità, arguzia e sentimento. 
 ALICE MUNRO
Laxness è uno scrittore di pura eccellenza, uno scrittore a cui ho sempre sognato di avvicinarmi. 
BORIS PASTERNAK
Uno stile straordinariamente erudito e interamente scandinavo nella sua combinazione di magia e realtà. 
 THE NEW YORK TIMES BOOK REVIEW

Otto magistrali racconti, fin’ora inediti in Italia, del premio Nobel Halldór Laxness, considerato da molti scrittori d’eccezione come Susan Sontag, Juan Rulfo, Antonia Byatt, Alice Munro e Jonathan Franzen, uno dei più grandi maestri del Novecento.
Epico, ironico, poetico, provocatore, è l’inclassificabile mondo di Laxness a rivivere in questa raccolta di novelle, che brillano del fascino e della potenza narrativa dei suoi grandi romanzi.

"IL DONO DEL LUPO", di Anne Rice

(a cura di Mimma Zuffi)


Longanesi Editore - pagg. 448 - € 19,90


La regina dei vampiri reinventa il mito del licantropo,
metafora del conflitto tra istinto e ragione

Dopo aver rinnovato l’universo dei vampiri, a partire dal longseller che l’ha resa celebre in tutto il mondo, Intervista col vampiro, Anne Rice si rimette in gioco con un romanzo incentrato su un’altra figura mitica del mondo dell’horror: il lupo mannaro.
Ne Il Dono del lupo, la scrittrice americana ricostruisce la mitologia del licantropo, eleggendolo a simbolo del conflitto tra istinto e razionalità, tra luci e ombre presenti in ciascuno di noi. Il ritratto che la Rice fa dell’uomo-lupo è un pretesto che le consente un’esplorazione del confine tra la parte animale e razionale dell’animo umano, un viaggio al limite della sensualità, dei sensi stessi e del loro potere.


"MONTE CARLO", di Peter Terrin

(a cura di Mimma Zuffi)
Iperborea - pagg. 160 - € 16,00
Traduzione dall’olandese di Claudia Cozzi, Claudia Di Palermo

“Peter Terrin è uno dei più interessanti autori di lingua olandese.”
NRC HANDELSBLAD
Un romanzo impeccabile […] Peter Terrin dimostra di meritare la sua 
ampia schiera di lettori. […] Monte Carlo è un piccolo capolavoro.
DE TIJD
“Magistrale, elegante e all’avanguardia! Passaggi che ti costringono a 
leggere e a rileggere con una disinvoltura atrocemente sublime.”

HUMO
Maggio 1968, il sole brucia sul circuito di Monte Carlo, dove sta per iniziare l’atteso Grand Prix. Il principe di Monaco, il jet set e la stampa mondiale aspettano l’arrivo di Deedee, la divina stella del cinema francese, sogno proibito di ogni uomo e anche di un giovane e timido meccanico della Lotus: Jack Preston. Ma proprio quando l’attrice fa la sua entrata in pista, un’auto esplode e Jack, travolto dalle fiamme, le fa scudo con il corpo. Lei ne esce illesa, lui gravemente ustionato. 

"AENIGMA", di Lorenzo Beccati

(a cura di Mimma Zuffi)
Editrice Nord - pagg. 383 - € 16,90

Voi non mi conoscete, ma farete tutto ciò che voglio.
Mentirete per me, ruberete per me.
Ucciderete per me.

 «Credo di aver compreso il segreto dell’acronimo X FAM: per Franz Anton Mesmer.»

«E chi sarebbe? »

«Era un celebre medico tedesco del Settecento, unanimemente conosciuto come l’antesignano, il precursore dell’ipnosi.
Mesmer ha usato l’ipnosi a un livello portentoso, mai più raggiunto in seguito.
Di fatto è riuscito ad andare ben oltre all’ipnosi che noi conosciamo.
È solo un’ipotesi, ma l’uomo nero potrebbe essere un emulo del celebre medico vissuto duecento anni fa.»


GATTO MORTO Storie di ordinari decessi

(a cura di Mimma Zuffi)

Corbaccio editore - pagg. 96 - € 12,00

Undici anni fa scoppiava il fenomeno editoriale dei Coniglietti suicidi: ne parlavano tutti.
Fenomeni del genere non se ne sono più visti fino a quando è arrivato il gatto più amato del web 

Un fenomeno virale italiano, la pagina facebook ha oltre 26.000 fan

Booktrailer https://youtu.be/j8Y0JqBroug

Com’è, come non è… niente, sono morto

«Quando il tizio che pulisce la mia lettiera mi ha chiesto se poteva guardarmi mentre riposavo, e magari farmi anche delle foto, ho subito chiamato l’Empa e la Cia, perché ho sentito dire che nel mondo ci sono tante persone strane, e c’era anche la storia delle origini vicentine del tipo. Insomma avevo addosso una certa tensione. Poi, però, mi sono reso conto che si trattava solo di uno dei tanti malati di “gattini”, che è un virus che si sta diffondendo rapidamente, e allora mi sono tranquillizzato e l’ho lasciato fare. 

"LA FELICITÀ È UNA PAGINA BIANCA", di Elisabeth Egan

(a cura di Mimma Zuffi)
Edizioni Nord - pagg.396 - € 16,60
Ebook: € 8,99

«Il romanzo di Elisabeth Egan è divertente e brillante e ci svela 
i retroscena più gustosi del mondo dell’editoria.» 
The Washington Post

Quando qualcosa non va, Alice Pearse si rifugia nella lettura. È sempre stato così; fin dalla più tenera infanzia, per Alice i libri sono isole felici dove potersi rilassare, mondi in cui perdersi, tesori da amare. E, adesso che si è ritrovata di colpo con un marito disoccupato, tre bambini da mantenere e un mutuo da pagare, i libri sono diventati letteralmente la sua ancora di salvezza: è infatti grazie alla sua fama di book blogger che le viene offerto un impiego da Scroll, una promettente start up che sta per inaugurare una catena di «sale di lettura», ovvero raffinati caffè dove sprofondare in comode poltrone, consultare uno sterminato catalogo di e-book e leggere. 

"FLEMMA", di Antonio Paolacci

(a cura di Mimma Zuffi)

Morellini editore - Collana Ripubblica
pagg. 160 - € 11.90
(www.morellinieditore.it)


Credo che Paolacci ce l’abbia fatta. Che l’abbia scritto, questo libro tanto atteso sulla e contro la nostra generazione.  (Giulia Guida per “Liberi di scrivere”)

Davide è un attore. Usa le maschere teatrali e recita i suoi monologhi satirici in locali malmessi e centri sociali occupati. Coinvolto in un piano balordo di rapina, partirà senza troppa convinzione da Bologna per raggiungere il piccolo paese del Cilento in cui è cresciuto. Intorno a lui ruota una serie di personaggi, al tempo stesso comparse e protagonisti di un dramma che sembra come bloccato, sospeso tra stanchezza e insofferenza, pronto a deflagrare in un finale sconvolgente. 

LA PRIMA OPERAZIONE DELLA SQUADRA SPECIALE MINESTRINA IN BRODO, di Roberto Centazzo

(a cura di Mimma Zuffi)

TEA Editore - pagg. 256 - € 14,00
Ebook: € 7,99

Un romanzo fresco, originale e divertente
sulla scia della grande commedia all’italiana



Sono tre, sono poliziotti, o meglio, lo sono stati; adesso sono in pensione.
Ma hanno ancora un bel po' di conti in sospeso con delinquenti e farabutti sfuggiti alle maglie della Giustizia.
I loro nomi in codice sono: Maalox, Kukident e Semolino,
e la loro è la «Squadra speciale Minestrina in brodo»