!-- Menù Orizzontale con Sottosezioni Inizio -->

News

mi piace

venerdì 16 novembre 2018

FLAVIO LUCCHINI - "RICOMINCIO DA 90"

(a cura di Mimma Zuffi)



Un libro, una mostra, un'asta silenziosa benefica, un video-racconto... tutto 
dedicato ai 90 anni di Flavio Lucchini, creatore delle più importanti testate, art 
director, editor,artista e fondatore di Superstudio a Milano.

 

IL LIBRO
"Il Destino - dovevo fare il contadino ma ho incontrato la moda (e non sono uno stilista)", è il nuovo libro di Lucchini, questa volta non un libro d’arte ma un’appassionata autobiografia che si legge tutta d’un fiato come un romanzo. Formato cartaceo ed e-book.

Si acquista nelle librerie La Feltrinelli di tutta Italia, nel Bookshop della Triennale di Milano  . Su i lmiolibro.kataweb.it ma anche su amazon.it e sui principali eBookstore internazionali. Oppure si richiede direttamente a info@superstudiogroup.com
Image
Da sin. a ds.: copertina libro Il Destino; Flavio Lucchini e Yves Saint Laurent; Andy Warhol con Flavio Flavio Lucchini e Oliviero Toscani; F. Lucchini e O. Toscani; Flavio Lucchini e Alexander Liberman; matrimonio di Gisella Borioli e Flavio Lucchini, Testimoni Franca Sozzani e Oliviero Toscani.
LA MOSTRA CON ASTA SILENZIOSA
Nella galleria MyOwnGallery di Superstudio fino al 21 dicembre è allestita la grande mostra ART-BAZAR con 90 opere di Lucchini, con l'opportunità di visitare l'imponente archivio-galleria Undergallery dell'artista. Asta silenziosa, ricavati interamente devoluti al progetto Autistico-Artistico per avvicinare all'arte i ragazzi "special needs". 

MyOwnGallery - via Tortona 27 bis, Milano
fino al 21 dicembre dal LU - VE dalle ore 10 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00
apertura speciale durante BookCity Milano sabato 17 e domenica 18 novembre
Image
Da sin. a ds.:  Flavio Lucchini con Cover Vogue; foto dalla mostra Art-Bazar; foto dell'archivio-galleria Undergallery; Flavio Lucchini tra i Totem.
IL VIDEO- RACCONTO "LA MODA IN ALTRO MODO"
Dopo la première in Triennale, in occasione di BookCity Superstudio presenta il filmato "La moda in altro modo", immagini e testimonianze sugli anni d’oro 
della moda italiana di cui Lucchini è stato artefice e protagonista, con il contributo di Oliviero Toscani. Progetto di Gisella Borioli, regia di Giovanni Gastel
Il filmato è il racconto visuale e complementare dell'autobiografia "Il Destino". Proiezione quotidiana dal 16 al 18 novembre, alle ore 16.

MyOwnGallery - via Tortona 27 bis, Milano
16 - 17 - 18 novembre 2018
Inizio proiezione ore 16.00 (ingresso libero)
Image
Immagini dalla serata d’onore "Ricomincio da 90" alla Triennale di Milano. Da sin. a ds.: Flavio Lucchini con Stefano Boeri; Flavio Lucchini con Oliviero Toscani e Giovanni Gastel; Oliviero Toscani; Toni Thorimbert, Giovanni Gastel e Gisella Borioli.
“Con Flavio Lucchini ho avuto la grande fortuna di collaborare e quindi di imparare, contribuendo con il mio lavoro alla nascita di tutte le famose testate di Condé Nast Italia, Vogue, L’Uomo Vogue, Lei, ecc. e poi a Donna, Mondo Uomo, Moda e tutte le altre innumerevoli riviste delle quali Flavio Lucchini è stato ideatore e fondatore. Flavio Lucchini è stato il responsabile della promozione della moda e del design nel mondo, lui è il vero inventore e creatore del Made in Italy, nato e cresciuto grazie a lui e alla spinta dei giornali di quel tempo.” Oliviero Toscani

Flavio Lucchini è nato il 4 ottobre 1928. 90 sono i suoi anni conquistati in piena forma fisica e intellettuale. Negli anni ‘90 ha iniziato la sua ricerca artistica, 90 sono i capitoli del suo nuovo libro cui ha affidato i ricordi della sua vita. 90 le opere in mostra al Superstudio e battute all’asta a fine anno per un articolato progetto charity per l'avvio di una attività per avvicinare all'arte ragazzi "special needs".
 
Un protagonista e un anticipatore della cultura dell’editoria e della moda degli anni 60/70/80 che negli ultimi trent’anni si trasforma in un raffinato artista. Dopo gli studi di Architettura a Venezia e Arte all’Accademia di Brera di Milano, fin da giovanissimo Lucchini si mette in mostra per l’audacia e la modernità del suo lavoro grafico. Trasferitosi a Milano, crea e porta al successo le più importanti e innovative riviste di moda Italiane (da Amica a Vogue Italia, Lei/Glamour, Moda, Donna, Mondo Uomo e molte altre), scopre i nuovi talenti della fotografia, della grafica, del giornalismo e tiene a battesimo sui suoi giornali tutti i più grandi stilisti. Nel 1983 fonda Superstudio 13, primo centro per la fotografia e l’immagine cui aggiunge, nel 2000, Superstudio Più, grande complesso dedicato a moda, arte, design e comunicazione. 
Nel 1990, abbandona tutti i suoi incarichi per dedicarsi esclusivamente all’arte. Con una mission particolare: togliere il sospetto di effimero alla moda e renderla eterna, esplorando, indagando, attraverso la sua Dress Art il mistero dell’abito femminile.

martedì 13 novembre 2018

SORROW

Sorrow,
disegno di Vincent van Gogh, 1882

(di Giovanna Rotondo)


“Nessuna donna, nessun bambino, dovrebbe essere mai abbandonato a se stesso”. Pensa Vincent, guardando la donna che si porta appresso una bimbetta di circa quattro o cinque anni. Tutt’e due emaciate, vestite poveramente, lei incinta, sembra, di pochi mesi. Una grande stanchezza emana dal suo aspetto misero, una stanchezza che viene da lontano. Vincent non lo tollera, non riesce a guardarla, gli fa male tanta sofferenza. “Devo parlarle, devo”. Un impulso, più forte della ragione, lo spinge.
Non sa che cosa dire, forse potrebbe offrire a lei e alla bimba qualcosa da mangiare, va loro incontro:
“Sono Vincent, balbetta”, sentendosi arrossire “vorrei fare qualcosa per te e la piccola. Volete mangiare qualcosa?”
Lei non dice niente, lo guarda con occhi spenti, sta male.
“C’è un luogo dove possiamo andare? Dove abiti?”
Lei, per tutta risposta, scuote la testa.

sabato 10 novembre 2018

LA PASTA: una storia molto appetitosa



di Mimma Zuffi 


Un cibo nato povero, ma che ci fa sentire ricchi e allegri. Poco importa poi se i vermicelli siano un'invenzione cinese, greca o romana, e che la patria dei ravioli sia Cremona o Gemona, noi da millenni ne andiamo tutti pazzi.

mercoledì 7 novembre 2018

Il verdetto – The Children Act


Di Annalisa Petrella


Nel 2014 Lo scrittore Ian Mc Ewan ha pubblicato il bellissimo romanzo “The Children Act”, tradotto in Italia da Einaudi con il titolo “La ballata di Adam Henry”, riscuotendo grande apprezzamento dalla critica e dai lettori.
Nel 2017 lo stesso Mc Ewan ne ha curato l’adattamento per lo schermo e l’ha affidato all’amico regista Richard Eyre - indimenticabile il suo “Diario di uno scandalo” del 2006 con Judi Dench e Cate Blanchett, basato sul romanzo di Zoe Heller.
Nell’ottobre del 2018 “Il verdetto – The Children Act” è uscito in programmazione nelle sale italiane: il film non tradisce il valore del romanzo e con un’eleganza sobriamente britannica invita a riflettere su temi etici forti e coinvolgenti.

La vicenda ruota intorno al Children Act, un articolo fondamentale riguardante la tutela dei minori, introdotto nella legislazione inglese nel 1989:
"Quando una corte di giustizia delibera in merito all'educazione di un bambino, il benessere del bambino stesso deve essere considerato come prevalente e prioritario".

domenica 4 novembre 2018

Guida ai mercatini e alle tradizioni di Natale

(a cura di Mimma Zuffi)
Morellini editore - pagg. 192 - € 15,90


Arriva in libreria l'edizione completamente rinnovata della "Guida ai mercatini e alle tradizione di Natale", l'unica guida aggiornata dedicata a questo fenomeno 'stagionale' che in questi ultimi anni ha conosciuto un incremento sempre maggiore tanto da attirare migliaia di turisti nelle città che li ospitano.

Questo libro accompagna i turisti o i semplici curiosi nelle località più importanti dell’Europa alpina, territorio da cui la tradizione dei mercatini si è diffusa in tutto il Continente.

I DUE ESORCISTI di Ray Russell



(a cura di Mimma Zuffi)
TEA - pagg. 208 - € 14,00
ebook € 7,99

In occasione della nuova edizione negli Stati Uniti, dopo 55 anni dall’uscita,
arriva per la prima volta in Italia il romanzo che, prima di Rosemary’s Baby e dell’Esorcista,
ha fissato i canoni di un genere di enorme successo sul grande schermo e in libreria


Susan Garth è una ragazza perbene: occhi limpidi, capelli biondi, brava a scuola, tutte le domeniche a messa... Almeno fino al giorno in cui comincia a comportarsi in maniera insolita e alla chiesa non riesce più nemmeno ad avvicinarsi, o alla notte in cui si spoglia di fronte al vecchio parroco e gli affonda le unghie nella gola… 

Chicago, di David Mamet


(a cura di Mimma Zuffi)
Ponte alle Grazie - pagg. 286 - € 16,80

Il primo romanzo da oltre vent’anni del
«migliore scrittore americano della sua generazione».
Sunday Mail



Chicago a cavallo fra gli anni Venti e Trenta: una città divisa fra il North Side controllato dagli irlandesi e il South Side di Al Capone; sullo sfondo, i vizi e le perversioni dell’al­ta società, la corruzione dei politici. Mike Hodge, veterano della prima guerra mondiale e giornalista di cronaca al Tribune, e i suoi colleghi fanno un quotidiano sfoggio di cinismo e si mantengono fedeli al voto fatto alla Verità, per quanto essa sia quasi sempre impubblicabi­le; e si danno, come tutti, a colossali bevute di alcol di contrabbando.

LA TIRANNIA DELLA FARFALLA, di Frank Schätzing


(a cura di Mimma Zuffi)
Editrice Nord - pagg. 627 - €  22,00

Come già nel suo più grande successo, Il quinto giorno,
Schätzing ancora una volta tocca i nervi scoperti del nostro tempo.»
Der Tagesspiegel

Il ritorno dell’autore vincitore del Premio Bancarella
I suoi romanzi hanno venduto oltre 10 milioni di copie in Europa
 La tirannia della farfalla è da mesi al primo posto delle classifiche tedesche

Sudan del Sud. È la stagione delle piogge: tempeste d’acqua che durano pochi minuti o settimane intere, strade impraticabili, fiumi di fango, vento che piega gli alberi. Ed è la stagione della guerra: ogni giorno i miliziani avanzano e conquistano nuovi territori, massacrando uomini, donne e bambini. Ma non oggi. Oggi non piove, l’aria è immobile e la nebbia copre la foresta come un sudario. E, oggi, un’unità dell’esercito regolare, guidata dal maggiore Agok, è pronta ad attaccare. Poi, una vibrazione rompe il silenzio

Pianto di pietra La Grande Guerra di Giuseppe Ungaretti, di Nicola Bultrini – Lucio Fabi

(a cura di Mimma Zuffi)
Iacobelli editore pagg. 160 -  €14,00 


Il volume riscostruisce, con dettaglio quasi quotidiano, l’esperienza di Giuseppe Ungaretti, soldato nella Prima Guerra Mondiale.
Nessuna biografia del poeta si era mai addentrata tanto nel grumo oscuro e fitto della sua esperienza bel­lica. Qui, finalmente, un attentissimo e inedito lavoro di ricerca
permette di offrire una pressoché completa narrazione della vita del poeta, nel periodo fondamentale per la sua formazione umana e letteraria.
Scopriamo allora che Ungaretti per più di tre anni ha fatto la guerra di trincea, sempre in prima li­neasempre da soldato semplice, prendendo parte a numerosi assalti,
vivendo e subendo le cose atroci della prima guerra moderna.

Roland Garros L’uomo che baciava le nuvole , prefazione di Philippe Foresti

(a cura di Mimma Zuffi)
66thand2nd - pagg. 424 € 23,00


a giorni uscirà questo splendido libro su Roland Garros che compì  la storica trasvolata senza scalo sul Mediterraneo

Blaise Cendrars, che ebbe tra le mani il manoscritto originale, lo definì “il documento più straordinario, il più pittoresco e appassionante sulla nascita dell’aviazione”. Nella prefazione inedita, Philippe Forest aggiunge :  
«Un romanzo, un vero romanzo». Pubblicata per la prima volta in Francia nel 2016, l’edizione integrale del memoir di Roland Garros – corredata dal suo Diario di guerra 1914-1915 – racconta cinque anni che sembrano lunghi un secolo, tanto sono densi di avvenimenti: dai primi voli compiuti nel 1910 fino all’inizio della Prima guerra mondiale, in cui Garros perse la vita dopo essere stato il primo ad abbattere un velivolo tedesco.